Analisi della pedalata nel ciclismo

L’analisi della pedalata nel ciclismo è lo studio delle forza applicate al pedale e consente di ricavare il dettaglio dell’espressione muscolare del ciclista mentre pedala.

Lo studio della pedalata nel ciclismo

Si tratta di un test avanzato di biomeccanica per ciclismo che viene proposto ai ciclisti di alto livello o che hanno necessità specifiche come asimmetrie di pedalata o scarso rendimento.

Solitamente l’analisi della pedalata nel ciclismo avviene attraverso delle pedivelle specifiche come ad esempio il sistema Torque di SRM in grado di rilasciare il dettaglio per grado di rivoluzione espresso in Nm, Kgm, Nm/Kg applicati al pedale.

Esistono diversi SW in grado di ricavare metriche di qualità della pedalata, ad oggi espresse anche da alcuni power meter installati sui pedali.

I dati più importanti che si ricavano dall’analisi della pedalata sono:

Bilanciamento della pedalata
Escursione angolare della pedalata in fase attiva
Zona di massima spinta
ed altri più specifici utili al tecnico

Attraverso questo sistema di analisi è possibile posizionare il ciclista in base alle esigenze che richiede la disciplina o le caratteristiche personali da valorizzare, ad esempio un Biker non avrà le stesse necessità di un Ciclista su strada.

L’esperto di Biomeccanica per il ciclismo attraverso le tecniche di studio del movimento è in grado di gestire la posizione del ciclista per farlo esprimere al meglio, questa soluzione è da preferire per la maggior parte dei ciclisti amatoriali, chi invece è in cerca del massimo dettaglio deve necessariamente effettuare lo studio dell’analisi della pedalata.

I fattori che incidono sui parametri qualitativi della pedalata sono:

  • tecnica coordinativa del ciclista;
  • logica posturale;
  • posizionamento in bicicletta;
  • scelta dei componenti;
  • rapporto tra piede e lo scarpino da ciclismo.

E’ possibile quindi migliorare la propria pedalata a seguito dello studio attraverso un intervento mirato sugli aspetti descritti, ad esempio se dall’analisi risultano dei crolli evidenti della fase di ritorno del pedale (180-360°)
possiamo agire con quattro degli aspetti sopra descritti per migliorare la qualità della pedalata.

Vediamo nei grafici proposti come durante l’analisi della pedalata la fase di trazione può passare da frenante a neutra migliorando la resa della pedalata in maniera molto evidente.

Quando è utile effettuare l’analisi della pedalata?

E’ utile effettuare un’analisi della pedalata almeno 2 volte all’anno così da verificare l’andamento delle proprie capacità e ricavare il massimo dalla propria pedalata.

Conclusioni:

E’ molto importante dedicare del tempo al perfezionamento della tecnica di pedalata per migliorarne i punti morti ed aumentarne l’efficienza, l’aspetto coordinativo del ciclista è una delle determinanti della prestazione e merita l’investimento di tempo e determinazione.
Leggi anche : Pedalata rotonda ed efficace senza punti morti

 

 

Per qualsiasi info compila il modulo sottostante

Seguici su facebook


This will close in 20 seconds